Quale processore scegliere Intel o AMD?

No comments yet

quale processore scegliere
Qual è il processore migliore da installare all’interno del proprio PC? Non è facile rispondere ad un quesito del genere.
In linea di massima, il dilemma coinvolge due marchi di primo piano come Intel e AMD, che attualmente si spartiscono buona parte della clientela.
Diamo un’occhiata alle caratteristiche di entrambi e vediamo cosa bisogna scegliere in determinati casi, in seguito ad un confronto preciso dei vari elementi.

Come scegliere il processore

Cosa bisogna fare per scegliere il processore più adatto alle proprie esigenze? Prima di tutto, è necessario avere ben chiara in mente la destinazione d’utilizzo di un apparecchio così importante.
Di sicuro, un chipset dotato di una grafica avveniristica e improntato al gaming nasconde caratteristiche differenti rispetto ad un altro modello dalle minori pretese generali. Ovviamente, il prezzo va di pari passo con le proprietà di ciascun prodotto e bisogna saper trovare il giusto compromesso tra la qualità e la spesa da sostenere.
Un elemento che va tenuto in massima considerazione nella scelta del miglior processore tra un Inter e un AMD è rappresentato dalla sua frequenza di clock.
Quest’ultima corrisponde alla velocità effettiva del segnale adoperato al fine di completare la sincronizzazione tra vari dispositivi elettronici.
Il clock non è altro che un segnale periodico, un’alternanza costante tra i livelli 0 e 1 che può essere portata avanti nel giro di un solo secondo.
La sua unità di misura è l’hertz (Hz), che però spesso viene espressa tramite i suoi multipli, ossia il kilohertz (KHz, 1000 Hz), il megahertz (MHz, 1000000 Hz) e il gigahertz (GHz, 1000000000 Hz).
Al giorno d’oggi, il processore che raggiunge le massime prestazioni deve avere una frequenza di clock misurata in GHz. In caso contrario, viene considerato obsoleto e pressoché inutilizzabile per i sistemi computerizzati attuali.
Al tempo stesso, non bisogna lasciare in secondo piano la velocità con la quale il chipset invia e riceve informazioni con la memoria RAM del comparto hardware corrispondente, oltre alla quantità di core presenti all’interno del processore.

Quanti core ha il processore che desideri

È proprio sulla quantità effettiva di core presenti nel processore che si focalizza buona parte dell’attenzione degli appassionati dell’informatica di ultima generazione.
Un core corrisponde ad un singolo nucleo che favorisce una corretta elaborazione del processore.
Ad ogni modo, un singolo core non risulta quasi mai sufficiente per il funzionamento perfetto di determinati software.
Più core sono presenti in un sistema, meno tempo esso impiega a portare a termine un processo ben definito.
Tuttavia, non è possibile portare avanti un discorso univoco su una situazione del genere. Infatti, un processore quad core (da quattro core) da 2 GHz può anche avere prestazioni inferiori rispetto ad un altro dual core (da due core) da 3 GHz.
Il primo può garantire meno prestazioni ma anche meno consumi rispetto al secondo grazie alla sua frequenza inferiore, ma ciò non basta a decidere se un’architettura sia meglio dell’altra. È infatti molto importante sapere come funziona ciascuno dei core e che tipo di utilizzo si ha intenzione di fare.
Ad ogni modo, le CPU che si servono di una maggiore quantità di core stanno cercando di ridurre al minimo i problemi derivanti da consumi maggiori tramite tecniche alquanto particolari.
Alcuni modelli si servono di sistemi grazie ai quali è possibile abbassare la frequenza lavorativa o addirittura sospendere uno o più core se non necessari in frangenti specifici. In questo modo, un dual core riesce a finire il proprio lavoro prima del single core e a consumare di meno.

I nuovi AMD Ryzen potenti e ad un buon prezzo

Nell’ormai classico duello tra Intel e AMD nella produzione di processori di ultima generazione, nel corso degli ultimi tempi il secondo marchio è riuscito a contraddistinguersi grazie ad una proposta molto interessante.
Stiamo parlando dei nuovi AMD Ryzen, CPU di ultima generazione che riescono a garantire prestazioni di assoluto rilievo senza dover effettuare troppi sforzi.
Giunta alla sua seconda edizione, questa serie di processori è in grado di garantire una potenza davvero fuori dal comune, con l’aggiunta del dissipatore stock AMD.
Le loro caratteristiche tecniche sono di primissima categoria e vengono unite ad un prezzo di listino estremamente contenuto.
Grazie a questa nuova gamma, AMD manifesta il proprio obiettivo di imprimere una forte accelerazione in un settore all’insegna delle tecnologie sempre più avanzate.
I rivali di Intel rispondono colpo su colpo mediante continue evoluzioni della loro gamma Core e a loro volta non sembrano avere alcuna intenzione di fermarsi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *