AMD Ryzen 9 3950X: arrivano i 16 core

No comments yet

amd ryzen 9

I processori AMD stanno davvero prendendo una parte predominante del mercato dei processori, le nuove CPU Ryzen hanno un fantastico rapporto qualità prezzo e la loro potenza
L’AMD Ryzen 9 3950X con Socket AM4 e un architettura Zen 2 ha la capacità di gestire 32 Threads in parallelo (con i suoi 16 core) e arriva ad un clock di 3,5 Ghz

I benchmark danno il 3950X tra i processori più potenti, sotto la scocca troviamo due die Zen 2 ognuno con 8 core disponibili e poi un terzo chip che gestisce il controller della memoria DDR4 dual channel e il controller del Pci express (la versione 4.0 esattamente come gli altri Ryzen della famiglia 3xxx)

Un occhio anche al consumo infatti questo Ryzen nonostante la potenza non è tra i processori che consumano di più come ad esempio alcuni I9 della Intel, sia al massimo del suo utilizzo che durante un utilizzo medio

Una buonissima risposta del Ryzen 3950X utilizzando dei benchmark per la CPU che lo colloca davanti a molti processori I9 e anche di molto sopra al suo fratello minore il Ryzen 3900X

Sembra passato molto tempo da quando l’AMD era davvero indietro rispetto alla potenza e alle vendite dei processori Intel, negli ultimi anni le cose sono molto cambiate. Il lavoro della casa americana degli ultimi anni comincia a dare i suoi frutti a partire dai Ryzen 1000 siamo arrivati a questa nuova famiglia di Ryzen con una nuova architettura sempre più potente e con consumi molto buoni

Possiamo aspettarci la risposta di Intel dopo un 2019 un po’ sottotono rispetto al suo solito strapotere ma possiamo già dire che i processori della famiglia Ryzen sono davvero ben riusciti e offrono delle prestazioni ottime a prezzi assolutamente  abbordabili

Molti pro gamer utilizzano già i processori AMD per le loro battaglie online e questa rinnovata energia dell’AMD sicuramente farà drizzare le orecchie all’ Intel e questa concorrenza sempre più serrata non può fare altro che giovare a noi giocatori e assemblatori di PC da Gaming

 

 

 


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *